sommario:

Museo valdese

Bandiere

museo valdese

Nel patrimonio del Museo spicca anche la presenza di un interessante gruppo di bandiere, stendardi e fazzoletti da collo, databili fra Seicento e Ottocento.

Per le sue grandi dimensioni segnaliamo innanzitutto una bandiera (misura circa due metri per lato), che si dice appartenuta ad Henri Arnaud, pastore e condottiero dei valdesi durante il Glorioso Rimpatrio del 1689-90, o al fratello Daniel, che la ricevettero durante il loro incarico di guida dei rifugiati valdesi. Il tessuto, un taffetas in seta gialla ricamato ad intarsio con fiamme in seta nera, reca al centro lo stemma del duca di Württemberg.

Il nucleo più consistente è, tuttavia, quello composto da bandiere e fazzoletti da collo della metà dell’Ottocento, che recano nella maggior parte dei casi il tricolore o il ritratto di re Carlo Alberto di Savoia-Carignano, con frasi di ringraziamento a lui rivolte per la concessione delle libertà civili ai valdesi nel 1848. Questo gruppo di tessuti sono stati restaurati grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino e delle chiese valdesi del I Distretto (Valli valdesi).